Member of Tentamus - Visit Tentamus.com

L’esperto Risponde

Amminoacidi liberi, dopo idrolisi o totali?

La scelta corretta del parametro d’analisi.

 

Gli aminoacidi sono composti chimici organici; la loro unione determina la formazione delle proteine.

Il valore biologico di una proteina animale o vegetale è in relazione al contenuto di aminoacidi essenziali.

A livello gastroenterico è solo grazie al processo digestivo che si verifica la trasformazione della proteina, assunta con la dieta, in brevi catene peptidiche e, nella maggior parte dei casi, in singoli aminoacidi. Una volta resi disponibili solo una parte di essi, causa molteplici fattori, viene effettivamente digerita ed utilizzata. Nasce così l’esigenza di aggiungere alla dieta degli aminoacidi di sintesi che risultano essere, per contro, disponibili e digeribili al 100%.

Il contenuto totale dell’aminoacido X è dato dalla somma dell’aminoacido X proveniente dalla dieta e dell’aminoacido X di sintesi addizionato alla razione alimentare.

È possibile discriminare con una analisi i singoli contributi?

La risposta è chiaramente affermativa.

Se si vuole conoscere il quantitativo di aminoacido X aggiunto di sintesi, in quanto già libero e disponibile, si dovrà far richiesta della forma “libera”; se invece si vuole conoscere il quantitativo dell’aminoacido X introdotto con la dieta e quindi sia la componente naturalmente presente nella razione alimentare che quella di sintesi eventualmente aggiunta, si dovrà far richiesta della forma “dopo idrolisi”.

L’idrolisi chimica, nel nostro caso, simula quello che succede, appunto, a livello gastroenterico.

Se si desidera conoscere entrambi i contributi occorrerà far richiesta del totale, ossia libera e dopo idrolisi.

 

T-MAGAZINE – Luglio 2022

Laboratori Tentamus vicini a te